Cerca nel blog

lunedì 19 maggio 2008

Pensieri dal passato




L’odio è come l’amore,

Quello vero non si scorda mai.

(1996)

Ishtar

Queste due righe le scrissi a 16 anni, giusto per farvi capire che la mia mente macina da parecchio a prescindere dai risultati, ora non saprei come etichettare questi piccoli pensieri e chiedo aiuto a voi!


18 commenti:

holden ha detto...

Beh è tipico dei 16 anni..poi col tempo magari uno si rilegge e ci sono due reazioni..o si è ancora d'accordo--o no..in questo caso n son d'accordo..l'odio può svanire..l'amore mai..ciao farfaliina

Anonimo ha detto...

mia cara per me l'odio e' un fardello grosso da portarmi dentro,
preferisco trasmutarlo in amore.
Cioe' far nascere da esso qualcosa di utile per dare un senso alla vita. Come dice Vasco voglio dare un senso a questa vita che un senso non ha.....mi pare.
bacissimiiiiiii
stefania

vagamundo ha detto...

Conoscevi giá l'odio vero, a 16 anni? E l'amore? Non lo so.... Ma é bello rileggere a distanza di tempo i vecchi "diari", e riscoprire le pulsioni e le ingenuitá della gioventú... L'importante é che il mulino non la smetta di macinare: i risultati saranno a volte opinabili, ma fa lo stesso... E se ripenso ai miei 16 anni... valá che vi faccio ridere: "A che piano abita il tuo cuore, che mi son fatto male, cadendo"!

ISHTAR ha detto...

Diciamo che il pensiero esprime a pieno quanto siano amplificati i sentimenti che a quell'età sembrano enormi più di quando non lo siano!
--------------
Holden:
posso dire che nonostante tutto non provo odio per nessuno...
l'amore, meglio cambiare discorso non sono proprio in condizioni di parlarne!
Ma di sicuro meglio l'amore è più piacevole e arricchisce!
buona notte :-)
------------
Tesoro mio
anche io preferisco che da situazioni negative si abbia la forza di trasudare amore, forse è più facile odiare ma la conseguenza è vivere male, invece l'amore comunque ti aricchisce.

Oddio... sto diventando ripetitiva, sarà la giornata, mi sento ancora strana!
Notte tesoro :-)
-----------
Vagamundo
l'odio penso che a quell'età si creda di provarlo così come l'amore anche se in realtà si ama più l'idea dell'innamoramento, che poco ha a che fare con l'amore!
Ma la fantasia non mi mancava nemmeno a quei tempi!
Notte :-)

streghetta ha detto...

Essere o non essere questo è il problema.:-) no questa l' ho già sentita.:-) cara Ishatar, hai visto giustizia trionfa.:-) notte

acquachiara ha detto...

E' l'età in cui gli argini della ragione non pongono limiti ai sentimenti ed è certamente difficile dimenticare i due aspetti del sentimento, l'importante è che il perdono con il tempo abbia prevalso e che quell'odio sia solo un lontano ricordo.
Nel corso di ogni cammino incontriamo l'antico amico come l'antico nemico, ci sono situazioni che il tempo dei secoli non cambia :-))

ISHTAR ha detto...

Streghetta
di sicuro si sta lavorando in un modo in cui nessuno decisamente si aspettava, ma è ancora tutto da vedere, non so se hai seguito il caso dei bambini dei gemellini di Gravina: gli inquirenti avevano arrestato il padre perchè sospettato dell'omicidio dei figli e invece non era così, solo in tribunale si vedranno alcune cose, per ora gioiamo dei passi enormi che si stanno facendo e del rilievo che l'informazione sta dando alla vicenda!
Ciao :-)
-----------
Acqua
in verità non so se io ho mai provato veramente l'odio, ma la rabbia, quella tanta...ero sempre insoddisfatta, irrequieta,
per fortuna è acqua passata e ora sto decisamente meglio, ritorna giusto qualche istante per alcuni fatti, ma scompare in fretta!
Ti sorprenderai del fatto che ero molto più razionale a quell'età che ora, incridebile ma mi ha sempre accompagnato un eccessiva razionalità!
Ciao :-)

silvano ha detto...

Bello avere dei sentimenti così forti, così marcati.
Poi, una volta tanto non sono d'accordo con Holden :), a volte anche l'amore svanisce...ed allora è come morire dentro.
ciao, silvano.

stella ha detto...

Cara Is, so che ti piacciono le storie e allora te ne racconto una : Di sotto a due cappucci bianchi di neve ridono quattro vispi occhietti . Vanno a scuola i bambini !
- Beato te, che hai le mani coperte dai grossi guanti di lana - dice il più piccino.
- Li vuoi ? - risponde l'altro,pronto.-Te li presto ben volentieri.
- Ma avrai freddo tu ,allora.
- E' vero.
Si fermarono pensosi i due bambini.
- Ah,ecco! - dice il maggiore.
- Io tengo nella sinistra un guanto e do a te l'altro.
Vanno i due bambini tenendosi per mano, sotto la neve bianca che fiocca e si riscaldano nella stretta amorosa, le due manine senza guanto, unite.

Cesco ha detto...

mmh, pessimismo adolescenziale?

stella ha detto...

Is rileggi il post precedente,poi con calma commenterò questo

veronica ha detto...

Gli sguardi assolati
i baci non dati
tutto mi manca di te.

Stessa età stessa concisione!

Li si potrebbe chiamare aforismi. Certe volte sono molto più intense poche righe scritte in uno stato confusionale che mille parole.
E infatti mi piacciono tanto queste tue righe!

Jasna ha detto...

Quando qualcuno ti fa soffrire... pensi di odiarlo, perché il peggiore dei sentimenti è descritto con questa parola... credo che con lucidità , maturità, riflessione e analisi si riesca a trasformare un sentimento ostile malvagio come l'odio... in tristezza , amarezza... Tutto fa parte della vita , anche i brutti momenti... probabilmente quelli che ti fanno crescere...

stella ha detto...

Quoto jasna! Un caro abbraccio

Valentino ha detto...

ciao Ishtar

ho letto quel articolo e si resta senza parole leggendo quello che ci può succede... ma dopo il dispiacere di una vita distrutta... vorrei fargli una domanda a quei "signori" ... PERCHE'?????

ISHTAR ha detto...

Vi rispondo domani ora vado a nanna, baci :-)

ISHTAR ha detto...

Ciao Silvano
hai visto, c'è sempre una prima volta!
ahahah :-)
-------------
Stella
che bellina la storia!
Sai a me piacciono perchè con semplicità si spiegano concetti difficili ai piccini!

Mi fai capire quale post devo leggere la me o da te?
:-)
---------
Jasna
alla fine è questione di tempo! :-)
--------
Cesco
non saprei so solo che in quel momento quello macinava la mia mente! :-)
----------
Vale
io penso di avere la risposta: siamo in Italia!
E per questo che non mi stupisce nulla! :-)
--------
Vero:
che belle righe! Ho subito ascoltato il tuo consiglio e aforismi sia :-)
------
baci

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

il piacere del creare.. già dal nome questo blog mi piace

se a sedici anni hai scritto questa frase significa che di cose della vita ne avevi già capite molte..

ciao!! (se ti va passa dal mio blog..)

Precisazioni

Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Buona lettura e buon divertimento!