Cerca nel blog

giovedì 23 dicembre 2010

E, crescendo, impari...(cosa è la felicità)...


E crescendo impari che la felicita' non e' quella delle grandi

cose.
Non e' quella che si insegue a vent'anni, quando, come gladiatori

si combatte il mondo per uscirne vittoriosi...
La felicita' non e' quella che affannosamente si insegue credendo

che l'amore sia tutto o niente,...
...non e' quella delle emozioni forti che fanno il "botto" e che

esplodono fuori con tuoni spettacolari...,
la felicita' non e' quella di grattacieli da scalare, di sfide da

vincere mettendosi continuamente alla prova.
Crescendo impari che la felicita' e' fatta di cose piccole ma

preziose.
...e impari che il profumo del caffe' al mattino e' un piccolo

rituale di felicita',
che bastano le note di una canzone, le sensazioni di un libro dai

colori che scaldano il cuore,
che bastano gli aromi di una cucina,
la poesia dei pittori della felicita',
che basta il muso del tuo gatto o del tuo cane per sentire una

felicita' lieve.
E impari che la felicita' è fatta di emozioni in punta di piedi,

di piccole esplosioni che in sordina allargano il cuore.
Impari che il mare può aprirti il cuore,
che le stelle ti possono commuovere e il sole fare brillare gli

occhi,

e impari che un campo di girasoli sa illuminarti il volto,

che il profumo della primavera ti sveglia dall'inverno

e che sederti a leggere all'ombra di un albero rilassa e libera i
pensieri.

E impari che l'amore è fatto di sensazioni delicate, di piccole
scintille allo stomaco, di presenze vicine anche se lontane,
e impari che il tempo si dilata e che quei 5 minuti sono
preziosi e lunghi piu' di tante ore,

e impari che basta chiudere gli occhi, accendere i sensi,

sfornellare in cucina, leggere una poesia,
scrivere su un libro o guardare una foto

per annullare il tempo e le distanze ed essere con chi ami.
E impari che sentire una voce al telefono,

ricevere un messaggio inaspettato, sono piccoli attimi felici.
E impari ad avere, nel cassetto e nel cuore, sogni piccoli ma

preziosi .
E impari che tenere in braccio un bimbo è una deliziosa

felicita'.
E impari che i regali piu' grandi sono quelli che parlano delle

persone che ami...
e impari che c'e' felicita' anche in quella urgenza di scrivere

su un foglio i tuo pensieri,
che c'e' qualcosa di amaramente felice anche nella malinconia
E impari che nonostante le tue difese,
nonostante il tuo volere o il tuo destino,
in ogni gabbiano che vola c'e' nel cuore un piccolo-grande

Jonathan Livingston.
E impari quanto sia bella e grandiosa la semplicita'.


[Anonimo]

Che la luce della speranza si conservi intatta, come una chiave magica che ci illumini il cammino anche quando la luce sembra sparita e o lontana...un forte abbraccio e serene feste a tutti, ish


domenica 28 novembre 2010

Non voglio più aspettare Godot!



Ricordo che mio padre mi diceva sempre una frase: Nella vita bisogna rischiare!
Ho sempre temuto quella parola...Avevo sempre vissuto...o forse non avevo mai vissuto prima...non so...
Era quasi come se aspettassi Godot:


Da che lui non c'è più non ho fatto altro che rischiare...Ma ogni tanto, le vecchie abitudini, paure...quelle di seguire una illusoria certezza, sicurezza....mi fanno cadere dall'altalena...mi fanno sentire persa...ci vuole il tempo di ripresa...e poi di nuovo a dondolare sull'altalena...


sabato 6 novembre 2010

Giusto per condividere

Oggi vorrei condividere un video che parla del Tai-ji  Chuan...una disciplina che continua a scapparmi e del quale sono molto attratta...attualmente ho iniziato il Qi Gong, ed è veramente stupendo....
In questo video ci sono i miei insegnanti del corso di Tuinà, teoria e pratica, e il ragazzo che si esibisce è un collega di corso...

giovedì 21 ottobre 2010

Sembra che il destino o  la mia anima continui a mettermi a dura prova...o ci si diverta...un anno è passato dalla mia nuova rinascita...ma le lotte non finiscono, anzi, aumentano, e aumentano su tutti i fronti...non mi dispiace lottare...ma ogni tanto ammetto di desiderare una quiete, una tranquillità...basta con questi "films"....
Certo che la mia vita è cambiata tanto...sono cambiata tanto...alcuni nemmeno mi riconoscono...be, in questo periodo nemmeno a casa...ma sono sotto l'influenza degli effetti indesiderati iniziali del Qi Gong :)
...l'anima scava dentro il corpo, il corpo che si sente sempre più vivo, l'anima che inizia a presentarsi..i meandri...e l'energia che inizio a percepire...visualizzare...e le sensazioni con le quali continuo a vivere, e i soliti sogni premonitori...che diventano sempre più  precisi, dettagliati...e con un riscontro tangibile reale...
e la continua lotta verso la conoscenza di me stessa, per lo meno almeno adesso mi accetto...ma non basta, non è finita...ora si cerca di smussare gli angoli...e lotterò pure per te...

mercoledì 20 ottobre 2010

La Nuova Musa, di Valentina Trio



La Quinta Musa di Valentina Trio...chi è Valentina? Ve ne avevo già parlato....leggete qui: basta cliccare sulla parola Lacrime di Rimmel...il suo primo libro...

Che dirvi della Quinta Musa...dico che le parole sono inutili, le mie intendo...vi lascio direttamente alle sue...a quelle, fra le quali mi sono sentita più emozionare...allora fatevi emozionare...

Fu meglio fuggire
con il vestito da sposa
ridotto in stracci, 
percorrere il deserto
con le spine dell'amarezza, 
svuotare la mia anima
del veleno dell'illusione, 
spegnere il miraggio
in fondo ai tuoi occhi
per inseguire solo me...
 Continua....

Madrid, 9 luglio 2009 (pag. 33)
Valentina Trio


Mi sono innamorata di te 
(ancora)
quella mattina che che ho visto 
la tua foto da bambino
persa nel cassetto di tua madre, 
tra profumi di Chanel e vecchi ricordi:
lo sguardo rivolto in basso,
il volto vulnerabile e innocente,
le sembianze ingiallite.

Sono corsa via
da quello scrigno
di memorie altrui;
ho accarezzato la tua barba
e mentre mi baciavi....

Continua

Madrid, 25 Maggio 2009 ( pag 24)

Le tre parole 
urlate invano
alla tua freddezza
celano una spoglia verità
che alcuni chiamano amarezza.

Madrid, 28 Febbraio 2009 ( pag. 14)

Ancora non siete convinti che vale la pena di comprarlo?
Be, allora guardate e ascoltate qui, direttamente lei con la sua voce e il suo impeto, a "urlare" le sue emozioni 


PS: lo avevo detto io che lo volevo comprare direttamente da te e con tanto di autografo...e quindi, come un fantasma, per la noche en blanco de Madrid, sono apparsa, come un fantasma dipinto di rosso...:)


Seguite il seguente link per acquistare il libro...e buona lettura :)

lunedì 27 settembre 2010

 Soffio sulla clessidra del tempo, affinchè si muova meno  lento per volare presto da te...
Ishtar 25.06.2010

sabato 25 settembre 2010

Nella durezza del mio sguardo, si odono le ferite della mia anima, che non si è arresa alla crudezza della vita e si è ripesa il suo lato dolce...
Madrid 18.09.2010

Un tempo soffrivo per sentirmi tanto ignorante...per aver dovuto usare il mio tempo per sopravvivere....quanti pianti, quanti complessi di inferiorità...ora mi accetto come sono semplicemente, ma non mi arrendo...lavorerò duro, mi impegnerò e migliorerò partendo dalle priorità...

mercoledì 25 agosto 2010




Sciogli le tue labbra, spezza il silenzio, so che le cose avvolte non hanno senso, non temere, tutto passerà, nulla rimane fermo per troppo tempo, faremo appello alla volontà...non sei più solo ormai, ovunque sarai, perchè nella tua anima c'è pure una parte di me...


mercoledì 4 agosto 2010

Bello come il sole...

Lui indossava i colori del cielo: due diamanti cerulei, intensi, al posto degli occhi...e lo splendore del caldo e luminoso sole, quando rideva...Luce pura che si sparge ovunque...Un'abbagliante apparizione...


Lei vestiva i colori della terra: olivastro il suo incarnato, cioccolata nei suoi occhi, e l'irruenza impetuosa delle viscere terresti...Il rosso magma del vulcano...Una luce rossa, che illuminava le sue notti...


Un incontro sognato, desiderato, quasi agognato...per poi scoprirsi, con sorpresa, come se fossero sempre stati insieme...chissà quando, chissà dove...L'uno che si rispecchiava nel fare dell'altro...


In lui, la calma saggia e la pura passionalità, in lei, l'irruenza acerba di un frutto ancora non maturo...la spontaneità selvatica della natura, dolce e monella... 


E la natura, in modo naturale, spontaneo, fece e farà il suo corso... 
Ishtar 27.07.10



mercoledì 21 luglio 2010

Asombro...




Quando mi vedrai, mi riconoscerai in un sussulto fuori dal tempo, uno sguardo e in un lampo le nostre anime si specchieranno alla fonte del tempo, senza tempo...

ishtar 21.05.10
Cuando me veras, me reconoceras con un estrecimiento, una mirada y dentro de un relampago nuestras almas se reflejaran a  la fuente del tiempo, sin tiempo...
ishtar 21.05.10


Scivolano mani in fragranze di infinito, morbide e feline, come gomitoli e gatti, seguono il moto del gioco ardito ...
Sobbalzano battiti e fiati che come in un canto che va in crescendo, salgono e vibrano di tonalità sempre più alte, sono gli scoppiettii dell'incontro, reincontro, di anime fuori dal tempo.
ishtar 03.07.10


Deslizan manos de fragancia de infinido, suaves y felinas, como ovillos y gatos, siguen el movimento de juego audaz...Sobresaltan latidos y alientos, que, como en una cancion, se va a crecimiento, suben y temblan de tonalidad siempre mas elevada, son los destellos del encuentro, re-encuentro, de las .almas a fuera del tiempo...
ishtar 03.07.10
Stupore: è semplicemente la vita!



Asombro: simplemente es la vida!






sabato 10 luglio 2010

Scorrono musiche miste a pensieri, la mente lavora, con la teoria, la musica scolpisce d'armonia...godetevi questa melodia...ish


domenica 4 luglio 2010

Atene, Grecia

Difficile rendere con le parole la ricchezza che mi porto dentro di questa esperienza, storie di vita, coraggio di scegliere, nonostante tutto la vita...
Sono costantemente circondata da grandi donne, e non grandi per l'età, ma per la forza e luminosità del loro spirito, e io piccola bimba, continuo a crescere anche grazie alla loro saggezza, che è fatta di linguaggio di fatti, che arrivano senza frontiere nè barriere di differenza di lingua...
Io che parlavo inglese!?! che venivo scambiata per spagnola, e costantemente circondata da spagnoli!?!
La nostalgia che mi è arrivata, mentre stavo li di Madrid, come una stretta, una morsa allo stomaco, come se questa città fosse una persona che mi mancasse...
Poco turismo, ma molto significativo, prima la parte "combattiva" della città, che non ho potuto fotografare appieno causa batterie scariche, dove è stato sparato il ragazzino di 15 anni...
E poi la parte turistica, dove sembrava di entrare in scene da film, di un romantico da mozzare il fiato....
La gente, è come noi sardi, di un calore e di una ospitalità, dove chi arriva viene accolto quasi fosse un nuovo membro della famiglia...
Onorata di aver fatto questa esperienza...ma tornerò, prima o poi :)
Cosa manca oggi alla mia vita...poter vive sola...per il resto sono molto felice...dove...si sa :)


Dificil encontrar las justas palabras para explicar la riqueza que de esta esperiencia me llevo por adentro, historias de vida, coraje de eligir, a pesar de todo, la vida...
Soy constantemente rodeada por mujeres mayores, y no por la edad, sino por la fuerza, desulmbradura de sus espiritu, y yo pequeña nena, siguo creciendo tambien gracias a ellas, por sus sabiadura que habla el linguaje de los  hechos, que llegan sin fronteras ni barreras de diferencia de idiomas.
Yo que hablaba en ingles!?! Que pensaban que yo fuera una española y constatemente rodeada por españoles!
La nostalgia que me ha legado allì, de Madrid, como un estrecimiento, como una prensa al estomago, como si esta ciudad fuera una persona que me echaba... 
Poco turismo, pero lleno de sentido, antes la " parte luchadora" de la ciudad, que no he podido fotografiar de completo, porque se han descardagdas las baterias, donde fue matado el chico de 15 años.
Y la parte turistica, a donde parecia de entaran en unas escenas de films, de un romantico de cortar el aliento.           
La gente se parece mucho a la de Cerdeña, calida, hospitalario, que acojen las personas como si fueran un nuevo membro de la familia...
Honorada de haber hecho esta experiencia, y voleverè...mas o tarde :)
Que heche ahora en mi vida?  poder vivir sola, a donde se sabe :)

martedì 29 giugno 2010

Ciao caro Diddo, pure tu sei volato via...ricordo quando ero piccola...a scorazzare nella tua casa in campagna, ogni volta per me era come una festa venire da voi...una seconda famiglia, mi riempivi di coccole proprio come se fossi un'altra delle tue figlie...quando ti innervosivi, sbottavi, ma poi passava tutto, nei tuoi occhi e in quelli di didda, sempre tanto amore...un grande amore...ora vi farete compagnia miei due papà :) mi mancate, ma per me non sarete mai morti, perchè resterete sempre in me.
Ti amo diddo...riposa in pace

domenica 27 giugno 2010

Dedicato a delle nuove e speciali amiche...Avtwvìa - Kate - Patricia
con stima e immenso affetto

Quanti colpi inferti "traverso" il corpo per il cadere nel più disperato buio del dolore hai dovuto subire, sopportare prima di rinascere toccando e scoprendo la luce, la luminosità della libertà di essere se stessi.
Ishtar, Atene 25.06.10


How many bad things could the soul afford "through" the body and fall down to the most desperate darkness where should not be found in the first place, tolerate before feeling alive again, finding the light, the sun of freedom, and beeing yourself.
Ishtar, Atene 25.06.10

giovedì 17 giugno 2010

Se solo fosse vero

Mio caro Arthur,
quando leggerai questa lettera, so che una parte in fondo a te sarà molto arrabbiata con me per averti fatto questo brutto scherzo.Mio Arthur, questa è la mia ultima lettera e il mio testamento d'amore. La mia anima vola via scortata da tutta la felicità che mi hai dato. La vita è meravigliosa, Arthur, ce ne accorgiamo quando se ne va in punta di piedi, ma la vita si gusta con l'appetito di tutti i giorni.
In certi momenti ci ha fatto dubitare di ogni cosa, ma, amore mio, non darti mai per vinto. Dal giorno in cui sei nato ho visto nei tuoi occhi questa luce, che fa di te un bambino così diverso dagli altri. Ti ho visto cadere e rialzarti stringendo i denti, là dove qualsiasi bambino avrebbe pianto. Questo coraggio è la tua forza, ma anche la tua debolezza. Stai in guardia, le emozioni sono fatte per essere condivise, la forza e il coraggio sono come due bastoni che possono ritorcersi contro chi li usa male. Anche gli uomini conoscono l'infelicità.
Da questo momento non sarò più lì con te per rispondere alle tue domande di bambino, è arrivato il momento di diventare un uomo.
In questo lungo viaggio che ti aspetta, non perdere mai il tuo spirito da bambino, non dimenticare i sogni, saranno il motore della tua esistenza, saranno il gusto e il profumo delle tue mattine.
Presto conoscerai un altro modo d'amare, diverso da quello che provi per me e, arrivato quel giorno, condividilo con chi ti amerà; i sogni vissuti in due diventano i ricordi più belli. La solitudine è un giardino dove l'anima diventa secca, e i fiori che vi crescono non hanno profumo.
L'amore ha un gusto meraviglioso, ricorda che per ricevere bisogna dare, ricorda che per poter amare bisogna essere se stessi. Tesoro, affidati all'istinto, sii fedele alla tua coscienza e alle tue emozioni, vivi la tua vita, non ne avrai che una. Sei responsabile di te stesso e di quelli che amerai. Sii degno, ama, non perdere quello sguardo che ci univa quando guardavamo l'alba. Ricorda le ore trascorse insieme a potare il roseto, a scrutare la luna, a conoscere il profumo dei fiori, e i rumori della casa. Queste sono cose semplici,  forse antiquate, ma non lasciare che le persone inasprite o disilluse snaturino questi istanti magici per chi li sa vivere.Quei momenti hanno un nome Arthur,"stupore", e sta solo a te fare in modo che la tu vita sia un continuo stupore. Il gusto più grande del lungo viaggio che ti aspetta.
Ragazzo mio, ti lascio, aggrappati a questa lettera che è così bella. Ti amo tesoro mio, sei stato la mia ragione di vita e so quanto bene mi vuoi, il mio animo è tranquillo e sono fiera di te.
Mamma
March Levy
Non ho mai nascosto di essere un ignorante, tante, tantissime cose non so, ma alle volte ci sono dei libri che ti scelgono, e questo in particolare, mi ha fatto tremare e vibrare dall'emozione...è più che una storia d'amore, è pieno di pensieri che sembrano quasi delle leggi di vita, anzi, delle dritte del vivere bene, in pace con se stessi...ho scelto di condividere questa parte, lettera, per tanti motivi, ma voglio solo dire, aggiungere un pensiero, mi piacerebbe essere un giorno, una madre così, insegnare il gusto delle semplici cose della vita, la capacità di stupirsi...il senso di libertà e non di dipendenza affettiva, perchè i figli non sono nostri, ci vengono affidati, per aiutarli ad apprendere a camminare da soli, poi prenderanno la loro strada con le proprie gambe...
Un altro pensiero è legato agli uomini...ne parlavo con un'amica, se vuoi capire la capacità, o il senso dell'amore di un uomo verso una donna, cerca di capire che rapporto ha avuto con sua madre...e viceversa per le donne...
buona vita cari, il 23 parto...sono molto emozionata :)

lunedì 31 maggio 2010





Il tuinà è uno scambio energetico, il nostro insegnante ci dice che è un pò come fare l'amore...dobbiamo donarci agli altri, con tutto il nostro cuore, amore, attenzione, pensiero positivo, fare il vuoto del cuore per accogliere e permettere alle energie del cielo e della terra di fluire attraverso noi tramiti e confluire nel cliente...che diventa coma la nostra piantina preferita...aiutare, dare amore...bello!
guardate questo video molto significativo su alcune delle varie tecniche che apprenderò in questi tre anni:
...e la mia vita prende strade insperate, nemmeno lontanamente sognate....sono molto felice, come non lo ero mai stata in vita mia... non in questo modo, con questa intensità....sono in continuo mutamento, movimento...e non sento paura, timore...sento che è la strada, sono nella strada...la ish di prima si sarebbe posta mille domande, problemi...ora è come se la strada fosse chiara, come se la nebbia si sia dissolta...amo quello che faccio, sento l'amore fluire in me, sono circondata da persone affettuose come me....e presto sarò pure in Grecia...e pensare che avevo solo buttato il pensiero all'universo, avevo solo pensato, desiderato, vorrei andarci..chi avrebbe immaginato che mi avrebbero ospitata...per parlare semplicemente...vi abbraccio tutti quanti, buona vita cari



lunedì 3 maggio 2010




Con le mie mani entrerò dentro  te, toccherò quelle corde più nascoste, preziose, la tua essenza più pura, fino a confondermi in te, non esiste più un me...come il 2 che si fonde nell' 1, come la radice, l'energia, la potenzialità...Terra e cielo assieme, in un concerto di vibrazioni, emozioni, sensazioni, così leggere da sembrare aria pura, che vola, si confonde, non si vede, non si tocca...ma c'è!
29.04.10 Ishtar


Con mis manos entrerè dentro de ti, tocarè aquellas cuerdas màs escondidas, preciosas, la tuya esencia màs pura, hasta confundirme en ti, no existe màs un mi...como el 2 que se funde en el 1, como la raice, el energia, la potencialidad...Tierra y cielo juntos, en un concierto de temblores, emociones, sensaciones, tan ligeras que parecen aire puro, que vuela, se confunde, no se vee, no se toca, pero està!
29.04.10 Ishtar



...Niente feste, festeggiamenti, regali, cuoricini...è solo un giorno che avanza...solo una candela accesa come simbolo di speranza che mi porto in tasca, ma non per segnare il tempo che passa, consapevole del mio passato, vivo nel mio presente: perchè ieri è già passato, e oggi è già domani!


Grazie a tutti quelli che si sono ricordati di me in questa giornata, un forte abbraccio

lunedì 19 aprile 2010





Mravillosa criatura, la vida no me pone miedo, vuela como siempre sin perder el sentido de la realidad, pero el alma va, vuela, se colora, de rojo se enamora...sola o en compañia, la mia alma no siente mas la nostalgia de aquello que no fue, o de como no fue...solo se felicita y se sorprende de cada miraglo cotidiano que es la vida...porque cada vida es maravillosa, aunque sea dezlizable tortuosa ...




11.04.10 ishtar  




Meravigliosa creatura, la vita non mi fa paura, vola come sempre senza perdere il senso della realtà, ma l'anima va, vola, si colora, di rosso si innamora...sola o in compagnia, la mia anima non sente più nostalgia di quello che non fu, o di come non fu...solo gioisce e si stupisce di ogni miracolo quotidiano che è la vita...perchè ogni vita è favolosa, anche se tortuosa e scivolosa...






11.04.10 Ishtar


BUON 25 APRILE A TUTTI!

domenica 11 aprile 2010

Hasta siempre!

Sobbalzano pezzi di vita, come avvolgimenti di una pellicola di un film che non sembra, non potrebbe essere la tua vita, ti dici: ma no, guarda che non è reale...Purtroppo è reale nel surreale...alle volte si sfugge, si vorrebbe evitare di rivivere vedere certe situazioni, così strane, così drastiche, così impossibili da accadere e invece più comuni e frequenti di quanto ci si immagina...e poi ti ritrovi li...a seguire quel film, che mentre prima ti limitavi a guardare, in un solo attimo, ti ha inghiottita, rapita, ti ha resa protagonista tuo malgrado...e ci convivi ogni giorno...cercando di allontanartene il più possibile, per poter respirare pure la natura...non quella umana...almeno non sempre, almeno non certa...almeno tu con te stessa...ti isoli, hai voglia di solitudine, di stare sola anche in mezzo alla gente, e ti "strappi" un piccolo spazio tutto per te, dove non "vesti" pesi...ma solo vivi, come se nulla stesse succedendo, vivi, semplicemente accettando che questa è la tua vita...semplicemente....con un sorriso, con dignità, con la forza dell'amore...di chi non sa piegarsi all'arrendevolezza...a testa alta non smette di lottare, di camminare...di vivere...perchè ogni mondo, anche il mio è favoloso...come quello di Amèlie... 
ttp://www.youtube.com/watch?v=wsN7NkKKFUE&feature=related

mercoledì 7 aprile 2010



In me la forza del vento, mobile, imprevedibile, la stabilità della terra, fertile, presente....salda come una raccia...a volte scivolo trai fiumi di fantasia, da goccia mi trasformo in pietra e scorro seguendo i sentieri della natura, i colori della musica, profumata dai petali dei fiori, rivolta verso il sole come un girasole...

ishtar 28.03.10


 Dentro de mi la fuerza del viento, movil, imprevisible, la estabilidad de la tierra, fertil, presente...firme como una roca...a veces deslizo entre rios de de fantasia, de una gota me transformo en piedra y fluyo sieguendo los senderos de la naturaleza, los colores de la musica, perfumada por petalos de flores, tendida hasta el sol como un girasol 

ishtar 28.03.10

giovedì 1 aprile 2010

Un tenero tango a due per auguravi una buona serena e felice pasqua insieme ai vostri cari...io sospiro e sogno di poterlo ballare pure io...un abbbraccio


Un tierno tango a dos deseando a vosotros una buena linda y feliz pascua juntos a vuesta familia...yo suspiro y sueño de poter baylar tambien yo ...un abrazo

lunedì 22 marzo 2010

yin yang


Ti trasporterò con le mie mani al suono dell'energia, questa è la nostra magia, che vibra e ci fa vibrare in armonia, dove tu, mio yang, diventi me, e io, il tuo yin divento te...
24.02.10

Te transportarè con mis manos al sonido de la energia, esta es nuestra magia, que vibra y que hace vibrar en armonia, donte tu, mi yang, te conviertes en mi, y yo, tu yin me convierto en ti
24.02.10

mercoledì 17 marzo 2010


C'era un tempo in cui sognavo un matrimonio...in una chiesetta piccola, campestre...con addobbi semplici, pochissimi intimi presenti che amo veramente...nessun regalo per noi, ma solo un offerta per un'attività umanitaria, uguale per le bomboniere...e finita la funzione, via a "scappare" in viaggio...al rientro una piccola festicciola, sempre con intimi...
C'era un tempo che credevo nel matrimonio...oggi non ci penso nemmeno più...forse ho perso la fiducia nel genere umano, o meglio ho perso la convinzione che l'amore sia eterno...ma è proprio così?
Non penso di certo al matrimonio...ma un giorno qualcuno condivide una poesia che mi ha fatto riflettere...:
Raccontamelo un'altra volta
Raccontamela un'altra volta: è così stupendo che non mi stanco mai di ascoltarla. Ripetimela un'altra volta che la coppia del racconto fu felice fino alla morte, che lei non fu infedele, che lui non volle, nè la ingannò.  E non ti dimenticare che, nonostante il trascorrere del tempo e dei problemi, continuarono a baciarsi ogni notte. Raccontamela mille volte, per favore: è la storia più bella che conosco.  AMALIA BAUTISTA 


Non so cosa capiterà nella mia vita, ma penso che per sposarmi veramente un domani...dovrei trovare non solo una persona che condivida quanto per me è più importante nella vita, ma anche che non tema di farsi possedere dalla forza dell'amore, senza sentirsi per questo in trappola, in gabbia, legato, senza fiato-respiro...perchè amare è un atto di fede verso se stessi e verso gli altri...perché aprire il proprio cuore non è facile...alle volte si ha tanta paura, perché le cose belle spaventano più di quelle brutte, che magari già conosci, e quasi ne sei abituata...ma poi non hai scampo, arriva un bel giorno quella forza prepotente e ti disarma, ti inchioda e ti apre il cuore...anche se non volevi, temevi...




Habia un tiempo a donde soñaba una boda...en una iglesia de campo, pequeña y simple..con simple y pocas decoraciones...con las personas que amo de verdad...ni donos para nosostros...solo una oferta para ayudar una obra umanidaria...lo mismo para los recorditos...y parada la funcion..."escapar" por un viaje...a la vuelta una pequeña fiesta, siempre con las personas que de verdad amo...
Habia un tiempo en que creia en la boda...hoy nunca pienso en ella...verdaderamente he parado de creer...puedes ser que haya perdido de confiar en genero humano...o pueda ser que he perdido la convincion que el amor sea eterno...pero es de verdad asì?
No penso de casarme...pero un dià compartiron conmigo este poema, que me hizo reflejar...


Cuéntamelo otra vez


Cuéntamelo otra vez: es tan hermoso
que no me canso nunca de escucharlo.
Repíteme otra vez que la pareja
del cuento fue feliz hasta la muerte,
que ella no le fue infiel, que a él ni siquiera
se le ocurrió engañarla. Y no te olvides
de que, a pesar del tiempo y los problemas,
se seguían besando cada noche.
Cuéntamelo mil veces, por favor:
es la historia más bella que conozco.
AMALIA BAUTISTA

No se que me occurarà mañana, pero para que yo me case...deberia encontrar un hombre que no solo comparta conmigo, lo que para mi es lo mas importante en la vida...tambien no tenga miedo de entregarse y dejarse poseer de la fuerza del amor, sin sentirse atado, en un gabio, sin aliento...porque amar es un hecho de fe, en si mismos y en los demas...porque abrir el corazon no es facil..a veces tenemos miedo, porque las cosas tan bellas asustan...porque ya conoces y estas acostumbrado al lado feo de la vida...pero un dia, cuando menos te das cuentas, ni sin tener la "culpa"...no puedes descapar de la fuerza prepotente que te quita las defensas...y tu corazon se abre aunque no querias y tenias miedo...

giovedì 11 marzo 2010

AL CABO



Al cabo, son muy pocas las palabras
que de verdad nos duelen, y muy pocas
las que consiguen alegrar el alma.
Y son también muy pocas las personas
que mueven nuestro corazón, y menos
aún las que lo mueven mucho tiempo.
Al cabo, son poquísimas las cosas
que de verdad importan en la vida:
poder querer a alguien, que nos quieran
y no morir después que nuestros hijos.



Alla fine, sono molto poche le parole 
che veramente ci fanno male, e molto poche
 quelle che ci fanno rallegrare l'anima.
E sono anche molto poche le persone
che smuovono il nostro cuore, e ancora meno
 quelle che lo smuovono per tanto tempo.
Alla fine, sono pochissime le cose
che sono veramente importanti nella vita:
poter amare qualcuno, que ci ami
e non morire dopo i nostri figli.


Precisazioni

Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Buona lettura e buon divertimento!