Cerca nel blog

lunedì 14 aprile 2008

Mistero!?!




Quando due anime s'incontrano e
lentamente si riconoscono,
si avvertono anche in mezzo alla gente,
si percepiscono anche col pensiero,
si desiderano ardentemente,
si appartengono silenziosamente,
anche nei meandri della mente.

(12/04/08)
Ishtar


20 commenti:

Jasna ha detto...

Direi che è proprio così... con mio marito è stato così... è bastato uno sguardo... me non ci siamo più lasciati

vagamundo ha detto...

Il mistero é anche quello che non spiega perché ho messo living darfur sull'i-pod proprio ieri sera....

Cesco ha detto...

Ciao Ishtar, sul post ti do ragione, anche se con riserva. Una volta infatti mi è capitato, ed è stato bellissimo, ma la magia è finita dopo poco tempo.

P.S. Mi piace molto la musica che hai scelto.
Ciao

acquachiara ha detto...

Riprendendo dal post precedente, ho un amico che sostiene che non è obbligatorio andare a mettere il sedere in mezzo alle pedate e io l'ho preso per buono :-)
Preferisco sentire piuttosto che giudicare, non che questo non mi consenta di avere opinioni, ma spesso è meglio non esprimerle perché le mie intuizione a volte possono essere molto profonde così come sbagliate, diciamo che preferisco fidarmi dell'intuito che mi fa luccicare un nome o una parola in mezzo a tante altre, poi sto a vedere dove mi porterà :-)
Questo post comunque rivela che forse conosci più di quanto vuoi far vedere, c'è un meccanismo di questo tipo ed è molto funzionale, noi tutti siamo fatti di vibrazione e quando le vibrazioni sono sulla stessa frequenza c'è sintonia, anche la radio funziona così, poi ci sono dei percorsi comuni che le anime hanno fatto insieme per cui, almeno a livello energetico, si riconoscono, comunicano e a me piace pensare che quando son vicine si stropicciano per stare ancora bene insieme :-)

ISHTAR ha detto...

Ho capito che la tua Acquachiara era solo prudenza, come darti torto?

Io non è che voglio far credere di non sapere, quello in cui credo è frutto di miei riflessioni e non di studi, lascio che tutto questo trapeli dalle mie parole così che solo coloro che hanno il terreno fertile per cogliere le essenze da loro possa nascere l'occasione per uno scambio di idee e concetti, lascio che il destino segui il suo corso anche se alle volte in verità provoco delle forzature!
Al prossimo scambio!
Ciao

ISHTAR ha detto...

In più la mia sbadataggine mi fa commettere quelli che il mio insegnante di grammatica chiamava orrori di ortografia!

E il mio continuo affermare di essere ignorante è dovuto alla consapevolezza che quello che conosco è ancora poco rispetto a tutto quello che ancora dovrò scoprire!
Serena notte a tutti e grazie della visita.

PS:
Cesco, le musiche che scelgo le metto perchè mi piacciono, un modo come un altro per comunicare un gusto musicale che essendo molto vario sarebbe noioso da racchiudere in un unico post o trafiletto di profilo!

:-)

acquachiara ha detto...

Lo studio senza l'interiorizzazione è tempo perso, si possono conoscere tutti i testi sacri a memoria ma se non si fa nulla per cambiare se stessi sono solo un inutile bagaglio.
Leggevo in vecchio libro di Teosofia (1926) che è sempre meglio una propria esperienza anche incompleta che una perfetta verità altrui, e non sono mai riuscito a dargli torto.
Noi tutti abbiamo un maestro interiore che è il nostro Se superiore, l'anima, l'essenza, lo spirito o come altro lo si voglia chiamare, una linea di congiunzione che ci unisce alle memorie cosmiche dove tutto è conservato, più permettiamo al cuore di ascoltare escludendo la mente e più abbiamo la possibilità di sentirne i suggerimenti.
Non è importante avere un'istruzione accademica, ma lasciare scorrere l'ispirazione, la creatività, accedere a quella coscienza collettiva capace di restituirci i giusti pensieri, quanti poeti naturali hanno scritto cose mirabili non avendo nessuna cultura in proposito.
se mi permetti, un abbraccio

ISHTAR ha detto...

Mi piace molto la frase in cui dici che:
"ci sono dei percorsi comuni che le anime hanno fatto insieme per cui, almeno a livello energetico, si riconoscono, comunicano e a me piace pensare che quando son vicine si stropicciano per stare ancora bene insieme".
E' un espressione dolcissima e tenera...
Io penso che il mio spirito scelse prima di questa nascita la mia condizione di famiglia perchè utile alla sua crescita, e il motivo per il quale non ricorda le vite ed esperienze fatte fino ad ora in questa di vita è che se così fosse sarebbe come un cane che si morde la coda, farebbe sempre gli stessi errori perchè condizionato, per cui la memoria viene temporaneamente annullata per creare quel terreno fertile di crescita.
Nei vari percorsi le anime si incontrano continuamente ma solo alcune sono destinate a camminare insieme, ora in questa ora in altre vite, altre si incontrano per apprendere un insegnamento che il tempo svelerà, tuttavia sentiamo dentro noi stessi quando l'anima quella prescelta ti si presenta e se questa farà un cammino con te o la sua crescita spirituale necessita di solutudine, in poche parole se le esigenze di crescita convergono potranno camminare insieme se no continueranno a cercarsi in tutte le vite in ricordo di quanto ha segnato loro quell'incontro rincontro!
Giusto!
Serena giornata, dio egiziano!

Cesco ha detto...

Ciao, Ishtar, se posso intromettermi nel discorso, sul tuo commento precedente a mio avviso non c'è persona più ignorante di chi pensa di essere onniscente. La cruda realtà è che non conosciamo neppure un miliardesimo di ciò che ci circonda, e l'ammettere come hai fatto tu di essere "ignorante", non solo è coraggioso, ma è espressione positiva della tua voglia di conoscere e apprendere. Purtroppo però molti tendono a liquidare la faccenda con un perentorio "ma chi se ne frega che tanto non mi da da mangiare".
Ciao

ISHTAR ha detto...

Ciao Cesco,
esprimi tranquillamente il tuo pensiero, se volessimo che fosse privato avremo rilegato il tutto in mail!
Ciao

Patrizia ha detto...

Io capisco che il risultato delle lezioni sia stato infausto, ma non vorrei tu commettessi gesti "estremi".....
Ciao bella, vedo che sei molto impegnata con il tuo blog a parlare di cose stra-serie. Brava! ma ogni tanto concediti la lettura delle nostre scemenze....
Patrizia

ISHTAR ha detto...

Ciao Patty, scusa la mia assenza ma lo so sono così dopo un pò tendo a scappare, pensa incontro le amiche nei momenti in cui sto scappando per andare a lav e liquido con un ci vedremo, un sorriso e loro capiscono che mi vedranno spuntare non prima della data del loro compleanno!
Dai vedrai che ritorno...
Internet non fa mica eccezione sono così!
Ciao

Elsa ha detto...

davvero bello perdersi leggendo queste parole.
verissimo...nella vita capita così!
ciao sorre mia.

ps vorrei chiederti come stai...
alle volte il tempo rubato al lavoro mi fa dimenticare certe cose.Ti chiedo scusa se ti sono sembrata assente..ma non lo sono.

ISHTAR ha detto...

Ciao sorella strano ma ho una serenità e una gioia immensa, è così grande che a stento riesco a trattenerla, oggi pensa ho raccontato la mia storia ad una ragazza che lavora nell'ufficio che pulisco da due anni, mi ha detto che dal mio aspetto così sereno e allegro non avrebbe mai potuto credere che fosse sucesso proprio a me ciò che aveva letto!
Un signore invece che conosceva colui che non c'è più mi ha detto invece che sono proprio genuina senza un filo di trucco e pensa era contentissimo nel sentirmi parlare il campidanese!
Mentre alle urne la ragazza del seggio pensa mi ha chiesto se potevo votare anche per il senato, ma tu guarda so che il mio viso da lolita non mostra la mia età anagrafica ma non ci avevo mai fatto caso!
Ti racconto queste frivolezze per condividerle, e per farti capire che sto veramente bene, la rabbia non mi appartiene da tempo accettando si va avanti e si libera l'anima cara sorella!
Ci sarebbero altre cose che piacerebbe condividere con te ma lo faremo un giorno a quattro occhi, ciao e buona giornata :-)

ISHTAR ha detto...

Vagamundo
hai ragione è strano, come è strano che questa canzone fa fluttuare il mio corpo che si fa trasportare dal ritmo, ieri notte non smettevo di ascoltarla con le cuffie e non smettevo di muovermi...la musica è un mezzo di comunicazione straordinario, senza non so che farei potrei essere ovunque solo con la mia musica!

acquachiara ha detto...

Direi tutte interpretazioni giuste, alla fine siamo sempre i medesimi :-)

non esageriamo forse a quei tempi al massimo ero solo un sacerdote :-)

vagamundo ha detto...

La canzone ripete spesso le parole "You shall rise", ti risolleverai... dedicato da questo gruppo (operazione mezzo commerciale mezzo umanitaria) alla gente del Darfur... Loro sí sono un bel po' avanti rispetto all'Italia sul cammino della tragedia e della guerra civile...
E' gradevole che ti faccia vibrare il corpo, a me stranamente ha fatto lo stesso effetto... (Idem per Bregovic, una straziante ninna nanna che mi ha tenuto spesso sveglio, a ripensare agli orrori della ex Yugosavia)...
"You shall rise" é anche il titolo che darei alla poesia dell'altro post senza titolo....

PS: cosí penso di aver cominciato a rispondere a qualcuna delle tue domande...

ISHTAR ha detto...

Grazie Vagamundo, è più piacevole se lo scambio è reciproco, ma tranquillo non mi permetterei di farti domande indiscrete, per me in ogni tipo di conoscenza, la discrezione è fondamentale soprattutto nell'amicizia, un vero amico non chiede ma capisce anche nei silenzi che parlano più di mille parole, la condivisione reale è solo quella spontanea!
Ciao :-)

vagamundo ha detto...

Non esistono domande indiscrete nell'amicizia, ma solo risposte difficili da dare... E comunque ribadisco, per me, non é questa la sede adatta.... Scusami.

ISHTAR ha detto...

Scusa tu se ti ho dato l'impressione di volerti forzare a esprimere pubblicamente risposte difficili, anche perchè sapendo che sai, so perfettamente che se tu volessi farmi sapere qualcosa sapresti come fare, il mio era più un esternare il piacere di uno scambio di opinioni utile, ad esempio ora ricorderò come si dice rinascita in inglese, nel quale non sono molto afferrata...non concordo appieno col tuo pensiero ma hai ragione non è questa la sede, ciao

Precisazioni

Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Buona lettura e buon divertimento!