Cerca nel blog

martedì 4 marzo 2008

Anfora


Questa anfora è un pezzo unico, la feci alla fine del corso di ceramica, e non potete immagianarvi lo stupore di tutti appena uscì dal forno!
Inutile dire che ho utilizzato il solito metodo del colombino.
I piedi dell'anfora anche essi sono in argilla, la spaccatura che si nota nella cinta involonaria è piaciuta sia a me che al mio maestro.
Dalla foto non si vedono bene i colori ma vi posso assicurare che guardando bene il quattropiende sul quale poggia l'oggetto dagli effetti dovuti alla cottura nel forno a gas, sembrava quasi un oggetto raccolto dal fondale marino per l'intreccio di nero e verde muschio!
Gran contrasto col colore dell'anfora bianco effetto lucido con delle bolle sempre casuali sullo stile moderno.
Ma non temete ci sono in commercio tanti di quegli smalti già pronti per dare l'effetto desiderato!
I pezzi unici sono quelli che preferisco, mi danno molta soddisfazione so che non ne rifarò un'altro uguale nemmeno volendo!
Sono il frutto di un momento di un alchimia con l'argilla che non si ripeterà mai uguale.
La mia più grande ambizione lavorativa sarebbe di campare facendo solo pezzi unici, ma non sono un genio dell'arte calato sulla terra, percui so che è praticamente impossibile!
Dalla mia parte cè di sicuro la fantasia parecchio fervida ma il limite di non volere dedicare la mia vita al lavoro!
Si perchè per poter realizzare questa utopia dovrei farmi un nome e guadagnarmi un posto nel mercato della ceramica lavorando tantissimo, ma siccome per vivere di questo mestiere non si possono fare le vacanze nei momenti classici, natale, estate o semplicemente godere del tempo con la famiglia, perchè sono i periodi di maggiore vendita.
Io preferisco di gran lunga godermi la vita occupandomi di un lavoro meno impegnativo!


Oggi non sapevo proprio che mettere nell'angolo musica allora ho fatto un semplice ragionamento mi piace realizzare pezzi unici come è gradevole ascoltare questo genere musicale!

4 commenti:

Elsa ha detto...

Ciao... penso che sbagliare sia come si suol dire "umano"
ma penso anche che poi ogniuno debba assumersi le proprie responsabilità!
Senza nascondersi dietro al proprio mestiere e a tante altre cose..................................................................
DECISAMENTE.

ISHTAR ha detto...

Hai ragione ma ci sono tanti di quei interessi economici nel nome del quale si impedisce un processo di umanizzazione di un servizio delicato, per cui ciò che mi sta a cuore affinchè non sia inutile la sua morte è questo!
Ci sono luoghi in cui i malati vengono tratti con dignità rispetto ... perchè non seguire quell'esempio?
Perchè vorrebbe dire lavorare seriamente e confrontarsi!
Pensa solo che lo stesso trattamenteo che ha subito lui lo subiscono con tranquillità anche dei bambini, ti pare giusto!
Questo è ciò che mi sta più a cuore

Elsa ha detto...

Ciao...
Grazie per il tuo intervento.
Riesci a comprendere anche le mie scuse...per i nomi che dimentico.
Ieri sera ho rivisto un film che non vedevo da molto tempo..." Qualcuno volò sul nido del cuculo".
ne vogliamo parlare???
cara ho tanta rabbia dentro, gli interessi di cui parli tu purtroppo sono ovunque e secondo me non esiste modo di estirpare tutto ciò alla radice!ovvio questo non significa rinunciare o mettere la testa sotto la sabbia!!! Giammai!!!!!! voglo anche io le verità su Ilaria e tutti gli altri.....LE VOGLIO.

Giorgio ha detto...

L'anfora è bellissima e il quattrozampe che la regge sembra uno di quei telai che tenevano catino, vasino e portasapone, una specie di bagno attrezzato, dei nostri nonni... sei bravissima.
Prenditi il tempo che ti serve gioia, hai davvero tutta la vita davanti e il Signore nel quale credi ti aiuterà in ogni momento anche in quelli più difficili.
Stavo leggendoti qui accanto con Elsa... un mio antico compagno di liceo, che io convinsi a fare medicina con me che poi (richiamato alla realtà da mio padre CC, che mi ricordò i termini della sua andata in pensione) mi iscrissi a giurisprudenza, oggi è psichiatra: parla di sé e dei suoi colleghi come di matti più matti dei loro pazienti... sarà lo stesso motivo per il quale tra i PS ci sono tanti delinquenti...
Ti abbraccio con Elsa stella.
Nonno Giorgio.

Precisazioni

Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Buona lettura e buon divertimento!