Cerca nel blog

giovedì 28 agosto 2008

Paure


E da un pò che ci penso, ogni tanto faccio una sorta di sunto di vita, mi guardo dietro nel tempo, analizzo i miei errori... Lo faccio perchè penso che sia necessario interrogarsi, guardarsi dentro, analizzarsi per cercare di stare meglio, evolversi e superare i proprio limiti e paure per non farsi condizionare. Nel tempo le mie paure si sono alternate e diversificate... Penso che sia per tutti così, cambia magari la modalità di affrontarle o meno, perchè non tutti ne hanno la forza o coraggio. Se dovessi fare un elenco delle paure non la finirei più, sono così tante! Ma preferisco parlare di quella che mi perseguita attualmente. Ho paura di vivere di rimpianti, preferisco centomila volte sbagliare piuttosto che rimanere col tarlo del chissà cosa sarebbe successo, come sarebbe stato... Se non si fanno delle esperienze, se non si ha modo di confrontare diverse situazioni, come si può arrivare a capire cosa è più adatto a noi? Del resto la vita è così labile, la scadenza è incerta, tanto che pare alle volte ti scivoli dalle mani... Certo non è l'unica, ma il mio motto è sempre quello di affrontare, questo non mi spaventa di certo, anzi!
Ora passo la palla a voi, ditemi, qual è la vostra paura attuale?
E cosa fate per affrontarla?

21 commenti:

veronica ha detto...

Io ho paura di me stessa, perchè spesso con il mio agire spensierato non mi rendo conto dei danni che combino a me e agli altri...e ogni volta riesco a stupirmi davvero...
Per affrontarmi cerco di fare come te, mi guardo indietro e cerco di imparare, solo che lo faccio con una tale foga da chiudermi in me stessa e da isolarmi dal resto del mondo...insomma va a finire che peggioro irrmediabilmnte la situazione.
Ultimamente sto provando ad evitare di sbagliare e ad aprirmi di più per risolverli con l'aiuto di qualcuno i problemi...in fondo non è così terribile affidarsi agli altri ogni tanto!!

alice ha detto...

ho paura dei cambiamenti... di lasciare quel che ho per un futuro incerto

streghetta ha detto...

Le mie paure sono frutto della moderna società. Paure reali che mi attanagliano ogni qual volta guardo al mio futuro. Non ho un lavoro che mi renda completamente autonoma, vorrei potermi creare una famiglia e non posso. Insomma cara compaesana, le stesse paure che affollano i pensieri di noi giovani. Ah, un' altra paura a mio avviso da fare analizzare da uno psicologo, è quella che possa capitare qualcosa di brutto ai miei cari, un esempio; il mio ragazzo si tuffa in mare e io dietro con mille raccomandazioni, insomma ansiosa e noiosa. Ora metto a riposo la mia testolina, notte.:)

Pellescura ha detto...

Io sono iperipocondriaco.

PAF ha detto...

Io ho paura di essere troppo fermato a me, di guardarmi di più, e non stare vicino degli altri... Ho terribile paura da chiudermi e rendermi alla egolatria dimenticando la dimensione solidària...
provo ad escoltare quello che i miei amici hanno per dirmi di me, cerco fare una nova opinione da chi sono io, con i commenti degli altri..(già che la nostra opinione personale da noi é certamente povera, e bisogna della prospettiva esteriore)

Luigina ha detto...

La tua mi sembra una SANA paura Ishtar. La mia attuale ( ma le cambio spesso) è quella di non riuscire a diventare una brava nonna

Ishtar ha detto...

Vero
dolcissima la tua paura è leggittima e legata alla tua età, anche io ne ho avuto ma in fondo sai che ti dico: sbagliando si impara!
Se poi ti fai aiutare, ben venga, che male c'è!
Cerca solo di non essere dura con te stessa, ricordati che hai 19 anni!
Se non è lecito sbagliare alla tua età!
Baci :)
...........
Alice
prima anche io avevo quella paura, ma sai che c'è ora i cambiamenti mi piacciono!
Ciao :)
...........
Streghetta
capisco cosa intendi, anche se ora non mi importa se non ho ancora una stabilità lavorativa, sono single felicemente, e ne ho così tante di responsabilità che non ho voglia ne fretta di aggiungermene altre!
Ciao :)
.......
Pellescura
è già tanto ammetterlo!
Ciao
........
Paf
capisco ma alle volte ci sono periodi che un pò di sano egoismo ci vuole, ciò che conta è non eccedere...
Ciao
........
Luigina
penso che questa paura sia un buon presupposto per essere una brava nonna!
Ciao :)

Lucignolo ha detto...

Limoncella curiosa, bentrovata, son tornato dopo 25 gg. nella tua isola...

Che ci fai con la mia paura ?

Proverò a concretizzare il mio drago per Te.

Ho paura che il mio cuore pulsante per l'essere umano invecchi talmente da lasciar sciamare lentamente l'entusiasmo per i rapporti umani come li sognavo a 17 anni... Quello che non vorrei mai perder, l'idea che parlando si abbia un reale contatto con l'altro, la forza di dipanar discorsi nel vano tentativo di restare interessato agli altri, al mio alterno interlocutore.

Questa in realtà è la mia idea di solitudine invecchiando, superficialità latente.

Ora che conosci il mio Drago, dimmi, hai il manuale di
"Come San Giorgio in 10 lezioni"
?!!!

Cesco ha detto...

La paura di vivere di rimpianti spaventa anche me spesso. Ma direi che l'unica paura davvero forte è quella che un giorno mi guarderò allo specchio per scoprire di non essere la stessa persona che ero un tempo. Ovviamente non parlo di specchio nel vero senso della parola.

Ciao Ishtar, io vado in ferie per un pò, finalmente, a presto.

Elsa ha detto...

alle volte temo me stessa anche io...la paura maggiore e ferire qualcuno.
So cosa vuol dire essere feriti...


ps da me due post...leggi prima quello che precede l'ultimo...la poesia è un dono.
Sorre un abbraccio.

wilson ha detto...

la mia paura più grande?
ho paura.

Elsa ha detto...

uno molto saggio...un grande , diceva che la più grande paura è aver paura della paura stessa!
a buon inteditor...

Kat ha detto...

E' una domanda difficilissima...mille romanzi per rispondere....

Ho paura.

paura di me e degli altri, paura di essere inadeguate, non amata, di non farcela, di fare del male, di soffrire....

Ho così tante paure che ho creato per loro una bella depandance nella mia testa, le vado a trovare solo a natale e compleanni, porto qualche biscottino, due chiacchere e poi scappo via!!

Ishtar ha detto...

Lucignolo
ma sai che io sono a Roma?
Sto per rientrare nella mia terrà però.
Di manuali non ne ho, ne ricette ne rimedi, penso solo che guardarsi dentro sia importante e che le nostre esperienze e consiglio possano essere utili a creare un punto di discussione...
Ciao dalla limoncella curiosa! ahahah
......
Cesco
sono lieta che tu vada finalmente in vacanza, servono eccome!
Ma non so se la tua sia una vera paura, del resto si cambia sempre, ma ci si augura in meglio!
Buon riposo, a presto.
.........
Sorre
confesso che la paura di ferire qualcuno è anche mia...
Per questo cerco di essere più schietta possibile onde evitare fraintendimenti.
Appena posso vengo a farti una visitina, promesso, ciao :)
...........
Wilson
la paura insita in noi è sempre paura, possiamo cambiarle nome, connotazione, sfumatura, intensità ma è sempre la stessa cosa, e chi non ha una paura scagli la prima pietra! ahahahh
Ciao
..........
Kat
complimenti per l'ottimo suggerimento!
Mi sa che ci converrà addolcire e distrarre le nostre paure con cosine deliziose affinchè abbassino la guardia e riusciamo a sconfiggerle!
Ciao :)

acquachiara ha detto...

Nel silenzio e nel buio della notte
prendono forma le illusioni:
sono le paure che proiettano
come ombre sulla parete
la loro inconsistente forma.

Non temere, non ti aggrappare
ma osserva meglio l'origine
di tutte le tue paure,
ti accorgerai che solo tu
ti ci stai aggrappando,
che ogni ombra nasce dalla luce
di una candela accesa
e che con la tua attenzione svanirà,
appena lo avrai compreso.

Poetyca


ciaoooooooooo :-))))

stella ha detto...

Cinzia lo facevo con mio figlio e lui mi mandava...a quel paese,per non dire parolacce... Stiamo attente!

María ha detto...

Ciao cara!!

Ho paura di fare lo stesso tutta la vita. Anche ho paura del giorno che mi renda conto che sono sola. Preferisco non pensarlo e vivere oggi.


Un bacio amica.

Ishtar ha detto...

Ac
cercherò di ascoltare il consiglio che nei versi di poetyca sono intrisi, ciao!
:)
<<<<<<<<
Stella
non smettere di dare consigli, sono sempre bene accetti!
Ciao :)
<<<<<<<<<<<<<
Maria
vivere oggi, è quello che sto cercando di fare io!
Ciao :)

Donna Cannone ha detto...

non saprei da dove cominciare....
dalla follia alla morte alla malattia, alla paura di non farcela, a sto schifo di paese... mamma mia!

di giorno, magari, sono serena, ma fra la veglia e il sonno, all'improvviso, spesso si affacciano i fantasmi! brrrr

Donna Cannone ha detto...

e comunque, la paura paralizza, perciò va affrontata, presa per le corna, sbatacchiata e fatta stramazzare al suolo

vagamundo ha detto...

Ho paura di tutto, meno di avere paura...
La paura, il dubbio, l'incertezza, di non essere un buon padre, di non essere stato un buon figlio, ma soprattutto paura di essere uno spirito santo :D
Paura di non sapere interpretare i segni, paura di avere sbagliato, e di accorgemene quando é troppo tardi per rimediare, paura del dolore, non di quello fisico, del dolore delle persone che amo...
Di paure attuali ne ho tante, come vedi ed altre ce ne sono..

Parafrasando Vincenzo Cerami, l'animo di un uomo é ineffabile e imperscrutabile e un giorno i segni che manifesta significano il contrario di quello che sono, e poi magari, l'indomani, quei segni sono proprio quello che sembrano...
Per cui... Come l'affronto... Sopravvivo grazie all'ironia, che mi fa vedere l'altro lato dello specchio. Tra Kat e Donnacannone quoto in pieno la prima: con le mie paure io ci parlo tutti i giorni, a viso aperto, con garbo, poiché qualche volta ho scoperto che non tutti gli spettri sono cattivi, anzi a volte cercano di aiutarci, a modo loro....

Precisazioni

Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Buona lettura e buon divertimento!