Cerca nel blog

martedì 3 giugno 2008

Era ora!

Finalmente nella mia città si sono decisi a ricorrere al riciclaggio dei rifiuti!
E' iniziato ufficialmente da oggi anche se in verità alcuni grandi contenitori erano già sparsi per la città per i più volenterosi che da bravi cittadini spontaneamente iniziavano a servirsene!
Ma si sa che in molti senza la minaccia di una multa non avrebbero adottato questo sistema volontariamente!

L'immagine è una sorta di manualino per istruire le persone sul come va effettuata questa raccolta differenziata. In aggiunta un opusc0lo più dettagliato con l'indicazione di altri oggetti elencati in ordine alfabetico.

Diciamo che si potrebbe inventare un nuovo gioco di società per le famiglie, un occasione in più per riunirle, attirati dalla preoccupazione che se sbagliano arrivano multe salate, e insieme grandi e piccini giocare a chi apprende più velocmente a reciclare i rifiuti!

Già mi immagino la scena: i più piccini che magari hanno già affrontato l'argomento a scquola facendo i saccenti con i più grandi, una vera vendetta!
ahahah

Ora scherzi a parte trovo che sia doveroso andare verso questo sistema che io direi oltre ad essere civile è utile per la salute e per l'economia.

Certo i cassonetti tradizionali non scompariranno del tutto per permettere il graduale adeguamento al nuovo sistema, inoltre a disposizione di ogni cittadino un numero verde per rispondere a tutte le perplessita richieste di contenitori non consegnati, segnalazioni, e un luogo fisico, chiamato Ecocentro, nel quale consegnare alcuni rifiuti prima dei giorni stabiliti per non lasciarsi l'accumulo a casa.
E con lo stesso numero verde si possono richiedere su prenotazione il ritiro di svariati oggetti elettrodomestici ingombranti di varia natura il tutto gratuitamente!

Approvazione e entusiasmo a parte ora voglio vedere i fatti!

10 commenti:

silvano ha detto...

Buon inizio di raccolta! Da noi il sistema è in funzione da parecchi anni, sembra un po' diverso dal vostro. Noi portiamo tutti i rifiuti differenziati nei cassonetti C'è il cassonetto dell'umido, quello del secco non differenziato, la carta, il vetro, le lattine e la plastica insieme. La stragrande maggioranza delle persone fa la raccolta differenziata, ma non essendoci alcun controllo nè multa, c'è sempre qualche maleducato che butta tutto alla rinfusa nei cassonetti "generici" quelli del secco indifferenziato. Ok, sembra che mi entusiasmi la cosa, non è così!, però ritengo che sul lungo termine la raccolta differenziata sia la risposta al problema rifiuti.
hola, benvenuta tra quelli che differenziano.
ciao e buonanotte, silvano.

streghetta ha detto...

Ciao compaesana.:-)nelle zone periferiche, hanno adottato il metodo della città di Silvano. Peccato solo l' inciviltà stia avendo il meglio. Evidentemente non si ha voglia di fare (finalmente) qualcosa per il nostro ambiente. Ora vado a " differenziarmi":-) buona giornata..

Cesco ha detto...

Ciao Ishtar, da noi purtroppo non riesce a prendere piede in maniera giusta. Un pò per disorganizzazione da parte del comune di Sorso, un pò perchè i cittadini non hanno nessuna voglia di adeguarsi, ormai quasi più nessuno la fa in paese, anche perchè stanno addirittura ritirando i cassonetti. Spero ci sia un'inversione di tendenza, e spero che da voi prenda piede sul serio.

Elsa ha detto...

i cittadini sono esasperati...
A sassari qualcuno ha dato fuoco ad una vecchia scuola abbandonata, diventata un rifugio per barboni...
Ritenuta da tempo inagibile e ricoperta di amianto (pericolosissimo) ...qualcuno ha preferito non aspettare i tempi biblici della nostra burocrazia...facendo si che lo stabile bruciasse con i suoi veleni e lasciando la città immersa in una cappa di fumi avvelenati...tutto ciò mi preocupa e non poco. Questa anarchia non mi piace.
Per la DIFFERENZIATA...DOPO QUEL CHE HO DETTO...penso che siamo indietro.
:)))))))))))))))))))))))))))
Elsa

Ishtar ha detto...

Silvano
vedi in questo caso io opterei per le multe, ho capito che alle persone se pargli di salute, perchè differenziare rifiuti oltre che economico da una mano alla nostra salute, se ne fregano altamente, non tutti per fortuna, ma se vai ad intaccagli il portafoglio...
Ciao e buona serata
..........
Cinzia
io spero che proceda anche perchè l'incentivo della multa è assia convincente, certo è una questione di abitudine, era più comodo prima ma io sono sempre stata favorevole al riciclo anche perchè abbiamo già tante fonti legalizzate spargitrici di malattie e non da poco!
Ciao buona serata :-)
........
Cesco
sarebbe un peccato che le cose continuino ad andare così...
infatti io sono contenta ma non so se le cose procederanno ma è da anni che chi ha l'appalto per il ritiro dei rifiuti sta facendo un buon servizio, ma meglio non illudersi!
Ciao
.........
Sorre
ho sentito, e anche io mi sono dispiaciuta... :-(
Però devo farti una piccola correzzione: questa non è ANARCHIA ma INCIVILTA'.
Te lo dico perchè anarchici sono le prime persone che si sono riunete al mio fianco per quel che ben sai, e ti posso dire che un concetto base dell'anrchia è il rifiuto di qualunque imposizione autoritaria!
Non è mica contraria all'organizzazione!
..............
Ti segnalo a proposito questo blog:
http://lerrico.blogspot.com/
e ne cito la frase di presentazione:
"L'errore fondamentale degli anarchici avversari dell'organizzazione è il credere che non sia possibile organizzazione senza autorità." (Errico Malatesta)

Ciao sorre mia baci :-)

stella ha detto...

Ciao IS , qui a Torino vige da anni la raccolta differenziata,però c'è sempre il solito incivile che non differenzia!

vagamundo ha detto...

Dalla raccolta differenziata a una interessante riflessione...
I detrattori identificano l'anarchia con il caos... per cui poi ci si sorprende della famosa scena "dell'anarchico che rispetta i semafori"... Ma come?

E invece anarchia é proprio "organizzazione priva di potere autoritario", almeno cosí la vivo io. E' irriverenza, e non assenza di regole. E' tolleranza, é rispetto... Invece, si é sparsa la voce dell'indecenza, dell'amore libero etc. che con l'anarchia non c'entra proprio nulla. Poi non allarghiamo il discorso alle imposizioni ed interferenze della politica e della chiesa nella sfera privata e morale dell'individuo, perché lí non c'e' bisogno di tirare in ballo l'anarchismo per ribellarsi.
Sempre per come la vedo io....

Per quanto riguarda l'odierna classe politica dominante, non credo ci sia raccolta differenziata o cassonetto che valga: li vedo bene quasi tutti negli inceneritori
che ci stanno imponendo.

Ishtar ha detto...

Ciao Stella
che ci vuoi fare l'inciviltà è un morbo contagioso che non ha confini territoriali!
:-)
.......
Ciao Vag
non sapevo fossi anche anarchico o forse mi era sfuggito!
Per l'inceneritore e i politici potremo proporre un referendum, tu potresti essere il portavoce italiano in Spagna giusto per rendere internazionale l'amore e l'orgoglio che noi italiani abbiamo verso i nostri politici!
hahaha
Buen fin de semana y besos a la niña :-)

LauBel ha detto...

sono contenta che le cose si siano mosse anche nella tua città... a napoli, invece... ancora "raccoglitori" rigorosamente tradizionali: invece la differenziata dovrebbe essere il primo passo! io vivo a roma e davvero, almeno nel mio quartire, non posso lamentarmi anche se ci sono "voci" che avvertono di possibili problemi all'orizzonte... speriamo bene...
cmq so di situazioni ovviamente ancora più evolute, come la raccolta differenziata a livello di "porta a porta"...

ps
passo dalle tue parti molto casualmente ma sono certa che tornerò a trovarti, simpatico il tuo blog!

Ishtar ha detto...

Ciao e ben arrivata Laubel
questo infatti è un sistema di raccolta porta a porta con giorni della settimana definiti per zona a seconda del materiale da raccogliere tutti i materiali devono essere rigorasamente puliti, ben appiatti, e stanno già procedendo, quindi incrociamo le dita e spero che l'ignoranza e la pigrizia che spesso favorisce l'inciviltà non abbia la meglio!
Ciao

Precisazioni

Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Buona lettura e buon divertimento!