Cerca nel blog

lunedì 25 febbraio 2008

L'umore come il tempo!

Oggi mi sono svegliata un pò strana, avevo una sensazione negativa, una sorta di premunizione al negativo che non sai che cavolo ti vuole anticipare in più ti fa venire l'ansia!
Allora mi sono affacciata al balcone per vedere che tempo c'era dato che dovevo uscire, era nuvoloso, ho subito pensato mi sento proprio come il tempo, mi sento proprio così!

Allora mi sono detta prendo il pulman così in poco tempo mi occupo delle incombenze e mi rifugio tra le coperte cullata da un pò di musica.
Poi sono uscita e mi sono detta, dai fatti una passeggiata, anche se il tempo non è dei migliori ti farà bene, sforzati un pochino e così ho fatto.

Ma anche se la musica mi accompagnava, il mio stato d'animo non migliorava, in più tutti quegli sgrardi mi facevano ricordare quando dopo un'intervista televisiva, le persone mi riconoscevano e mi guardavano con gli occhi della pietà.
Era insopportabile avrei tanto voluto essere invisibile, per fortuna la gente dimentica presto se poi aggiungi un cambiamento di look, questo avviene velocemente!
Non sopporto la pietà, pare quasi che tutti si aspettino di vederti disperata in lacrime e se non rispetti le loro aspettative chissà che mostro sei.
Ma sono del parere che non devo dimostrare nulla a nessuno, perchè quello che ho dentro è affare mio e basta.

Ma torniamo a noi, sono finalmente arrivata in banca e dopo attese che solitamente ben tollero ma quando l'umore non è dei migliori...
E' arrivato il mio turno e il bancario addetto alle operazioni di cassa, stava per rispedirmi al mittende, nel senso che non voleva cambiarmi l'assegno, per fortuna la sua collega lo ha sollecitato a trovare una soluzione, solo che nel frattempo mi ha fatto una serie di domande sul perchè non avessi il conto li, cercando di convincermi che da loro era migliore, e se non ho risposto come avrei fatto normalmente con: un non sono affari suoi, era solo perchè non vedevo l'ora di andarmene!

Cavolo, come sono uscita dalla banca ho capito che il mio sentore era solo questo!
Ma è possibile che devo sentire certe cose!

Sicuramente sono un pò piu vulnerabile del solito, poi le strade che ho percorso mi hanno fatto fare un tuffo veloce nella mia infanzia aprendo le ferite ancora troppo fresce per non sentire dolore!
Ma diciamo che tutto sommato è andato tutto bene, sono persino riuscita a trovare un giubbino verde che cercavo da tempo!
Ora mancano solo le scarpe rosse!

Poi mentre rientravo a casa vedevo un timido sole farsi coraggio tra le nuvole.

Tranquilli però ora sto bene, la tristezza sta passando, solo che come angolo musicale non vogliatemene, anche per rispetto al titolo non sarà poi tanto allegro!

13 commenti:

Anonimo ha detto...

Non avevo dubbi fossi tu, anche "dall'altra parte". Spero che quel timido sole abbia bucato le nuvole e rischiarato il tuo umore....tranquilla, un po' di pioggia, a volte, disseta.
Un abbraccio.
Simonetta

ISHTAR ha detto...

Era facile capire per chi doveva farlo, degli altri non mi importa, ora tutto bene, grazie e contraccambio l'abbraccio!

Patrizia ha detto...

Forza e coraggio.....
Ti ho dato un compito da me.... riguarda il te' con i biscottini.... dovresti portare lo zucchero (anche dietetico va bene)...
Ciao Ishtar, buon proseguimento di giornata...
Patrizia

tiziana ha detto...

Ish!!!!!
Non dare retta a Patty.
Io mi presento in ritardo ma ho la giustificazione di Filippo che posso esibire a richiesta di...chi pare a me... e tu sei uno di quelli.
Stella, non ti preoccupare se ti senti un poco strana in questi giorni, hai sopportato di tutto e di più, se ce la fài rilassati un poco e vedrai....
PIU' FORTI DI PRIMA!
Io sono con te.
Tiziana

ISHTAR ha detto...

Grazie Tizzy sei dolcissima, per fortuna le nuvole si sono diradate anche dentro di me, il sole sta tornando!
Anche a persone come te e compani!
:-)

Anonimo ha detto...

pabassinas pardulas seadas che ne dici se oltre allo zucchero porti anche questi, e' un suggerimento ottimo visto che le nordiche non sanno nemmeno che sapore abbiano.
Bella mia tanto sempre per le gente
non abbiamo l'aspetto che vorrebbero, quindi meglio custodire
le emozioni nel nostro scrigno.
Allora decidiamo la data del tea party.
stefania

ISHTAR ha detto...

Ciao Tesoro sempre attenta ad ogni delizia tu!
E... buon gustaia!
Diaciamo che alla tua lista mancano ancora: amaretti, gattò, piricchittu de bentu, piricchittu de Santu Bra', bianchini, mustaccioli,gueffusu, pani e saba, i veri savoiardi e non quelli in commercio, candelausu, sospirusu.
Questi sono quelli che mi sono ricordata e spero di aver scritto bene!
Ciao golosone, ma per il thè questo e altro!
:-)

Patrizia ha detto...

Cara Ishtar questo commento l'ho postato poco fa anche da me.
---------------------
"Cara Ishtar, onde prevenire discussioni che possono essere generate, come al solito, da incomprensioni sul modo di scrivere, volevo spiegare meglio il mio pensiero riguardo al fatto di Trieste.
—————————–
Sono d’accordo con te circa il fatto che se questa persona aveva dei problemi andava aiutata ( v. servizi sociali).
Chi doveva cercare di riportarla ad un minimo di “ragione” non era certo una pattuglia di Polizia.
Il fatto che io non veda tanti punti in comune con il caso di Federico non vuole dire che questo non meriti attenzione. Pero’, ripeto, mi sembrano fatti distinti. I protagonisti e il contesto sono diversi.
I quattro poliziotti ( anche qui tre uomini e una donna) sono l’unico denominatore comune.
Da quello che ho potuto leggere, anche qui c’e’ da indagare parecchio sul loro comportamento.
——————————————-
Tu parli anche di TSO (Trattamento sanitario obbligatorio). E capisco perche’. La vicenda della tua amica e di suo papa’ Giuseppe Casu sembra incrociarsi con questo.
Pero’ lei non ha trovato similitudini con la storia di Federico.
Voglio dire, a parte la violenza che contraddistingue tutti questi casi, non li si puo’ definire uguali. Le premesse sono diverse, purtoppo pero’ il risultato finale e sempre stato tragico, questo sì.
————————————-
Un’ultima cosa.
Queste sono solo mie considerazioni personali e ti pregherei di chiedere a Natascia se mi sbaglio o meno.
Giuseppe Casu era una persona normalissima ed in buona salute. Era diverso tempo che non avendo la licenza per vendere i suoi prodotti, e continuando a farlo, era stato sicuramente preso di mira per la sua attivita’.
Chissa’ quanto avra’ dovuto sopportare per via dei divieti e delle multe….. non credo gli piacesse fare l’abusivo.
Credo piu’ che fosse costretto a farlo a causa di questo sistema che riduce sul lastrico le persone anche se piene di forza di volonta’.
Voglio dire, la mancanza di basi solide per poter affrontare qualsiasi tipo di lavoro “autonomo” spesso porta alle insovenze, ai debiti.
Non si riesce a tornare a galla e si affonda sempre di piu’.
L’unico modo che aveva per “mandare avanti la baracca” era rimasto quello.
Le multe e le sanzioni lo hanno esasperato. E ti credo. Chi non andrebbe in escandescenze quando e’ trattato a pesci in faccia da una vita?.
Quello che ne e’ seguito e’ tragico e non doveva accadere. Qualcuno ha ecceduto e dovra’ pagare per quello che ha fatto. Infatti c’e’ stato il rinvio a giudizio.
Chiedi sempre a Natascia e dille che ci fa piacere sapere gli sviluppi giudiziari o se ci sono notizie stra-giudiziarie.
Ciao e a presto."
-----------------------
Spero di aver chiarito ( e di aver ragione su quello che ho scritto....)

tiziana ha detto...

Riporto le tue parole:
'''pare quasi che tutti si aspettino di vederti disperata in lacrime e se non rispetti le loro aspettative chissà che mostro sei'''
Hai ragione, il mondo ha spettative strane, ma anche noi 'strane' abbiamo il diritto di far vedere come siamo fatte veramente dentro solo ed unicamente a chi ci interessa.
Ci sono però momenti in cui questi sguardi, queste aspettative degli altri ti feriscono, questo succede nei momenti meno opportuni per noi.
Non ti preoccupare, a questi non devi nulla, pensino ciò che vogliono.
Io dico sempre che mi sento obbligata solo con chi alla cassa del supermercato mi ha detto 'vai pure Tiziana, vai tranquilla, il conto lo pago io'.
Bene, so di non avere obblighi con nessuno.
Un bacio piccola/grande donna, questo è uno di quei momenti strani che capitano nella vita. Poi, come già ti ho detto, come del resto anche tu hai sempre asserito, risorgerai più combattiva che mai.
Un poco di riposo lo devi a te stessa, non abusare delle tue forze, io/noi siamo qui.
Un abbraccio.
Tiziana

Anonimo ha detto...

pensavo che amaretti savoiardi e sospiri fossero scontati amore, ma devo ammettere che i pirrichittu de bento non so nemmeno cosa siano e nemmeno il pane e saba anzi descrivemi codeste delizie che forse remembro.
Comunque per i nomi dei dolci mi sono informata e poi si e' acceso un lampo su i pabassinas e pardula.
=====================
senti ca cordula da te la fanno......non e' un doce e non so nemmeno se si dice cosi'

ISHTAR ha detto...

Mammia non posso mancare un attimo e guarda che succede!
Scherzo è che mi sono appena messa difornte al pc!
X Patty hai fatto bene a rispondermi qui!
Io ti dirò il mio parere, Natascia pernso che lo farà via mail!
Le similitudini che ho visto in tutti e 3 casi sono l'intervento delle forze dell'ordine e l'epilogo di morte.
Per quello che potuto leggere solo ieri di quel ragazzo di 30 anni circa e il caso di Fede in comune vedo la giovane età e l'intervendo ingiustificato delle forze dell'ordine oltre che da chiarire con la massima urgenza dato che poi ne è scatturita una morte!
Poi ho parlato di tso perchè informandomi sul caso di Giuseppe ho saputo che questo molto spesso avviene mediante le forze dell'ordine che possono ache sfondare la porta di casa per praticartelo!
Per questo mi è venuto in mente il tso e a tal proposito volevo anche dire che questo strumento come da forum segnalato da me,viene non solo abusato ma utilizzato per risolvere ad esempio problemi di ordine pubblico!
In più la facilità col quale questo può essere praticato per via di modelli prestampati, o del fatto che il medico che propone non deve necessariamente conoscerti, e che basterebbe mettere come motivazioni le banali quanto inconsistenti parole agitazione psicomotoria, voleva essere per me un messaggio del tipo: informiamoci bene, non si sa mai che un giorno stiamo sulle palle a qualcuno che può ricorrere a questo strumento e entrati in quelle stanze siamo improvvisamente privi di diritti a meno che abbiamo la fortuna di rivolgergi alle associazioni dei familiari o meglio ancora avessimo delegato una terza persona che possa agire nel nostro interesse per questa eventuale probabilità.
Per cui questo era il significato del mio post meglio sapere quali sono i nostri diritti perchè prevenire è meglio che curare!

ISHTAR ha detto...

X Tizzy tranquilla tutto bene oggi tra visite del mio cucciolo e lavoro, è passata la giornata, tra l'altro stupenda sole caldo..., abbastanza veloce!
X Stefy la cordula, si la fanno da noi ma sono rimasti in pochi è se non ricordo male si fa con le interiora di non so quale animale messe nelle sua budella tutta attorcialiata.
A me personalmente fa senso e non la amo tanto!
Piricchittu de bentu: sono dei dolci che hanno forma tonda ma irregolare, sono solitamente grandi e ricoperti di glassa, all'interno sono vuoti per cui de bentu,ciò di vento!
Piricchittu de Santu Bra sono molto piccoli e dalla forma sembrano delle biglie: l'impasto si frigge dopo di che si riempie di glassa e scorza di limone!
Questi sono particolarmente difficili da fare e occorre assolutemente una cottura nel forno sardo, se no il risultato lascia molto a desiderare!
Su pani e saba: è quello che solitamente da forma tonda ricoperto di quelle palline colorate dal colore cacao che invece gli viene dal mosto del vino che viene utilizzato nell'impasto assieme a mandorle, uva passa, canditi.
Ne esistono due tipi uno rimane morbido l'altro più duretto, da fare è un pò palloso ma ho la ricetta!
Non so se sai cosa è il "gattò": ne dubbio ti spiego che si ottiene semplicemente facendo dopo una breve tostatura rosolare le mandorle precedentemente sbollentate e sbuciate, con zucchero succo di limone e miele!
Ottimo!!! E semplice e veloce da realizzare!
Sono stata abbastanza esaustiva!
Mi sa che tra breve dovrò dedicare un post a questo argomento culinario!
Ciao

Elsa ha detto...

Ho compreso chi sei.
La vita spesso non è gentile.
Grazie per aver scritto che scrivo con l'anima.
E' stato un dono leggerti.
Ciao!

Precisazioni

Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Buona lettura e buon divertimento!