Cerca nel blog

sabato 13 dicembre 2008

L'albero


Guardando questo albero qualcuno direbbe: che tristezza.
Io invece dico che bellezza!
Ma sembra morto!
Non lo è, è solo stanco e stremato...
E ora inizia il suo letargo...
Ishtar

Io adoro guardare gli alberi spogli, mi ispirano, attirano la mia attenzione, mi incuriosiscono, mi viene da chiedermi quante storie avrebbero da raccontare se io riuscissi a comunicare con loro...
Ragionandoci, sapendo che è solo una fase perchè poi rinverdiranno, si potrebbe pure creare una similitudine con le nostre vite, esattamente con i passaggi difficili, ma tuttavia necessari per evolverci...Si potrebbe per fino utilizzare il ciclo dell'albero per spiegare il passaggio naturale dalla vita alla morte ai bambini, così da non fargli crescere con questo grande tabù che ci trasciniamo anche in età adulta. Del resto dal momento in cui nasciamo, dovremo sapere che moriremo, ma senza esserne spaventati, perchè forse questo pensiero, l'unica certezza reale che ci rimane, potrebbe anche farci vivere in modo migliore.

14 commenti:

il Russo ha detto...

Concordo con te, accettare serenamente il fatto che tutto abbia una fine, anche la nostra vita, non fa che farci vivere più serenamente e compiutamente la nostra vita stessa.

stefania ha detto...

Si cerca sempre di allontanare questo pensiero ma e' l'unico vero e inscindibile, tenerne conto e' importante.....sto sentendo del matrimonio ad Arcore, FOSSE LUI
L'IMMORTALE.
Ish. la mostra era oggi vero? come e' andata, o forse confondo comunque domani ci sentiamo.
Roma ancora non affonda ma si aspetta l'onda diciamo anomala....
chissa' se regge l'urto.
baci baci baci

Elsa ha detto...

si dovremmo essere sereni in tutto ciò, io in effetti non ci penso quasi mai...ma se mi soffermo su questo pensiero, non mi vergogno a dirlo...un pò ho paura, anzi una fottuta paura:)
hola sorre

acquachiara ha detto...

Gli alberi spogli in controluce hanno un fascino particolare, come se nel riposo e nel silenzio dell'inverno mostrassero la loro essenza, in effetti a trasportar le linfa vitale è il tronco.
Nascita e morte sono gli unici due punti fermi della vita, nell'accettare uno non si può non accettarne l'altro, antiche culture avevano ben chiaro questo concetto e rispettavano la morte quanto la vita.
:-)))

stella ha detto...

Mi piace ammirare anche l'albero spoglio.

Passa da me.

silvano ha detto...

Bella metafora, efficace. E' difficile accettare il ciclo della vita e della morte anche se è la cosa più naturale e universale che ci sia.

wilson ha detto...

L'intelligenza della natura è immensa, se solo a volte anche voi poveri umani e noi poveri cicciosauri seguissimo il corso naturale delle cose...

Pietro ha detto...

Creo che la consapevolezza del fine ultimo di tutte le cose lenirebbe i dolori dell'umanità, ma bisogna fare i conti con l'ignoranza, il potere e l'egoismo di questa bestia di uomo...

desaparecida ha detto...

Amare non è stare insieme per sempre,amare è essere riconoscenti per quello che grazie all'altro si è riusciti a scoprire!

La foto è bellissima.
Gli alberi spogli a me danno serenità...nn so perchè,forse è il vedere attraverso!
Un bacio

Vagamundo ha detto...

Ma é bello quando scopri che lassú, in cima all'ultimo ramo dell'albero secco, una fogliolina verde c'e' ancora...é la vita che non si arrende, é godere delle risorse che ti restano, é accettare il ciclo senza paura... Finché siamo vivi, la morte non esiste, e quando siamo morti, non esistiamo piú noi..quindi, preoccuparsene non ha senso...

sirio ha detto...

Un albero è spoglio perchè si sta riposando...in attesa di riprendersi!
Dici bene Ishtar,anche la vita è così,ci si ferma per poi ripartire e anche la morte è una partenza,se pur definitiva. Quello che potrebbe spaventare è che non si sa "dopo" cosa ci sia,ragionando umanamente.
Qui deve subentrare qualcos'altro,di più alto...

stellavale ha detto...

Mi piacciono anche a me, moltissimo, sanno di vita molto più degli alberi in fiore.

Ishtar ha detto...

Russo
:)
<<<<<<<<<<
Stefania
tesoro mio sarà triste ma è l'unica vera certezza!
Speriamo bene per le condizioni climatiche li a Roma...ti abbraccio :)
<<<<<<<<<<<<
Sorre
ognuno ha le sue paure per questo è bene abituare al concetto di fine di morte sin da piccoli!
Ciao sorre :)
<<<<<<<<<<<
AC
esatto! :)
<<<<<<<<<<<
Stella
fatto e grazie! :)
<<<<<<<<<<
Silvano
è difficile perchè è un tabu di cui non si parla, come se questo potesse servire a scongiurarne l'evento!
Ciao
<<<<<<<<<<<
Wilson
seguire il corso e l'esempio della natura sarebbe bellissimo... :)
<<<<<<<<<<<
Pietro
come darti torto, ciao
<<<<<<<<<<<
Desa
non nego che io nonostante tutto continuo a credere nell'eternità dei sentimenti...e gli alberi spogli sono magici per me!
Ciao :)
<<<<<<<<<<<<<
Vaga
caro si in effetti è splendido scoprire quell'unica fogliolina...
Ciao :)
<<<<<<<<<<<<<<<<
Sirio
certo alcuni più che della morte si preoccupano se esiste o meno un dopo...che ci vuoi fare io penso che non si muoia definitivamente ma si passi ad un altro livello di vita, ma è una cosa personale e individuale! Ciao :)
<<<<<<<<<<<<
Stellavale
a me danno un sapore nostalgico magico come se mi tuffassi per un instante in una fiaba incantata!
Ciao :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Pensa che a me sembrava un albero che non si arrende.

Precisazioni

Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Buona lettura e buon divertimento!