Cerca nel blog

martedì 10 novembre 2009

Tu che temi tanto il tocco del soffio del dolore, per paura di provarne l'amaro sapore, non sai a che ricchezza la tua anima sta a rinunciare...
20.09.09

Tu que te asustes por el toque del soplo del dolor, por el miedo de sentir su amargo sabor, no sabes a que riqueza tu alma asì se va a perder...
20.09.09

E a proposito di dolore, vorrei citare un caro amico, che vi consiglio caldamente di andare a visitare: il suo nick è Mio!
Be è doveroso citarlo perchè ho adorato il suo modo di raccontare l'utilità del dolore e lo voglio condividere con voi...

"...Quando ti lasciano solo al freddo, ti devi arrangiare...e poi arriva il dolore che serve per reagire, per impedire di lasciarsi morire di congelamento..."

tanti baci per Mio :)



Y hablando de dolor, queria citar un querido amigo, que os aconsejo calidamente de ir a visitar: su nick es Mio!
Pues debo citarlo porque he amado su manera de contar el importancia del dolor, y quiero compartirlo con vosostros...

"...Cuando te dejan desde solo al frio, tienes que arreglarar...y despues llega el dolor que nececita para reaccionar, para impedir de dejarse morir de congelanciòn.."

Demasiados besos para Mio :)

24 commenti:

Nessuno ha detto...

Sono d'accordo con te, il dolore non va temuto...come molte cose della vita va accettato e gestito.

la signora in rosso ha detto...

il dolore non guarda in faccia nessuno, viene e di conseguenza non si può fare nulla per evitarlo!

NERO_CATRAME ha detto...

Sai come la penso del dolore,massimo specchio su cui riflettere il piacere.
Un bacio

Mio ha detto...

Per me è un palese caso di omonimia io mica posso permettermelo, mica ce ne capisco qualcosa sai? Poi ci ho già un mutuo aperto per Yuki... e adesso?Come si fa con te? Cosa si fa? e...
e...
GRAZIE di cuore Ishtar, troppo buona! :)

Buona giornata!

Roberto

PS: Ish

Yuki ha detto...

Eh sì, quel Mio lì la sa lunga, anche se fa il vago... ;)

Ti abbraccio sorellina. Non sei sola!

javier santana marrero ha detto...

Y el cuento de ayer?, cuando uno siente frío por amor y trás él viene el dolor, debes ser inteligente y tomar la medicina que te alivie ese dolor, te doy la receta:

1-no rencor

2.querer superar el dolor
3.no odiar
4.querer iniciar de nuevo tu vida.

Pequeña, todos los peces de colores que vi ayer, son para ti.

veronica ha detto...

è così anche per me!! sono stata lasciata e quel dolore mi ha insegnato mille cose, mi resa ricca, mentre lui nella sua aridità si annoia ma soprattutto non cresce! continua così piccola fenice!

Cynthia ha detto...

El dolor hay que dejarlo ser dejarlo fluir y se irá solo así como vino.

A vivir y disfrutar de la vida es es una!!!! te abrazo y te beso toda...


A sentir el calor del sol y la caricia del viento, dejá que la naturaleza te lleve y en ella encontrarás la vida misma... :)

Te quiero.
muakkkkkkkkkkkkkkkkkkk

riri ha detto...

Cara Is. avevo letto che solo attraverso un immenso dolore emerge la nostra vera anima..ed è vero.
Ti abbraccio

bondearte ha detto...

Que lindas palavras.
Bom Domingo
Besos

Guernica ha detto...

Vero che per timore del dolore spesso si rinuncia...
Io ho sempre pensato e voluto vivere tutto.
Però ammetto che, a volte, ho desiderato esser diversa.Diciamo superficiale, per non soffrire.

riri ha detto...

Un sorriso da Torino e buon inizio settimana.

giardigno65 ha detto...

un abbraccio anche se anche quello può dare dolore...

Transformaciones Poéticas ha detto...

Hola paso a contarte que a partir de ahora se entra a mi blog por el link de transformaciones poéticas...

gracias.
cynthia.

Clelia ha detto...

sOSTENGO APERTAMENTE IL DOLORE, ci rende forti e ci fa apprezzare ancora di più ciò che abbiamo

Clelia

Angel ha detto...

ma tutto bene?
dove sei finita?

riri ha detto...

Buon inizio settimana.

PIER BIONNIVELLS ha detto...

Siempre he pensado que el dolor nos hace fuerte!!
Este es el sentimiento más triste que he llegado a conocer!! Por que cada vez que lo he sentido he sufrido como tonta!!Y me ha sido imposible evitarlo!!

Abrazos.

riri ha detto...

Un caro saluto:-)

Domenico ha detto...

il dolore è come l'amore difficile da descrivere . esiste per tutti non va temuto ma accettato forse propio da questo possiamo capire certe cose della vita che lafelicita purtroppo da solo non riesce a farci capire .
vienimi a trovare un saluto da domenico

giardigno65 ha detto...

che ritmo !

riri ha detto...

Ciao, a risentirci, quando puoi. Ti abbraccio

riri ha detto...

Un carissimo saluto.

JANAS ha detto...

penso che la migliore risposta a questo quesito l'ho trovata in questo video di Terzani :
qui

Precisazioni

Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Buona lettura e buon divertimento!