Cerca nel blog

giovedì 5 novembre 2009

Parole al vento...

Sgorgano lacrime come fiumi di parole che si mescolano in vortici di pensieri che non fanno che vertire su un unico interrogativo, cosa è l'amore...dimmi ti prego cosa è l'amore, perchè ancora non l'ho capito, ti prego dimmi la verità, senza pietà, preferisco la cruda realtà, tanto non potrò di certo stare peggio di come sono stata appena mi hai detto che per te era finita, che mi amavi ma non potevi stare con me...che avevi paura...grazie al cielo la voglia di vita è tornata e continuo a mangiare tranquillamente...certo sono altalenante ma il peggio è passato...che brutto essere la tua spina nel fianco...mentre solo ieri ero il senso della tua vita...
dimmelo perchè non mi do pace...e non voglio arrivare a pensare che non mi hai amato... so già che sono sono stata un morbido cuscino al quale aggrapparti per leccarti le ferite...ma solo questo sono stata? così rapidamente mi hai levata dal tuo cuore? come posso pensare che sia stato amore...
Come fanno male le domande senza risposta...

Brotan lagrimas como rios de palabras que se mesclan en votigos de pensamientos que rodean alrededor de una unica pregunta, que es el amor?...dime por favor que es el amor, porque aun no lo he entendido, por favor dieme la verdad, sin piedad, prefiero la cruel realidad, tanto no puedo estar peor de como estube cuando me dejaste, dicendo que me amabas pero no podias estar conmigo...que tenias miedo...gracias a dios la gana de vivir ha vuelto y siguo a comer con tranquilidad...pues estoy aun sobre un columpio, pero lo peor haya pasado...que feo ser tu espina clavada en el costado...mientras solo ayer fuera el sentido de tu vida...
dimelo porque no tengo paz...y no quiero pensare que nunca me amaste...ya se que estube un almhoada suave a donde amarrarte para llamerte tus heridas...pero solo eso ha sido para ti? y asì temprano me has dejado de tu corazon? como puedo pensare que por ti ha sido amor...
Cuanto duelen las preguntas si contestancion...
PS: sono solo parole al vento, lo sfogo di un momento... ma l'arià cambierà :)

10 commenti:

UIFPW08 ha detto...

L'amore ... un'arcobaleno di colori in un cielo blu. A volte piove e non lo si vede più..
Ciao Ishtar.
Maurizio

Cynthia ha detto...

Duele duele... no preguntes nada, solo se amor por vos misma.
Abrazate a vos misma y todo será lo que tiene que ser...

EL amor es amarnos cuidarnos y dar sin pedir nada a cambio... fluye vive y deja de pensar...

cariños.
muakkkkkkkkkkkkkkkkkkkk
te quierooooooooooooooooooooo muchooooooooooooooooooooo!!!!!

(Todos alguna vez caemos en esas preguntas que no tiene respuestas o mejor dicho no queremos darnos cuenta ni saberlas)

Mio ha detto...

Ciao Ish,
non hanno risposte i tuoi perché. Non ora e forse mai. La controparte potrebbe rifiutarsi di risponde tu sei viva, il dolore te lo dice con violenza. Tieniti i TUOI ricordi migliori e preziosi non sporcarli. Ti faranno compagnia in un modo differente, ma ora è troppo presto.
Tu ora sei la tua dimensione, il tuo spazio, dentro, lo puoi modellare come sai fare con le mani con le tue ceramiche. Se posso, trova il piacere di creare una Ishtar migliore. Il resto verrà da se. Non sarà facile e neppure immediato ma devi pensare al risultato non al presente.

Buona serata Ishtar!

Roberto

Susanna ha detto...

Sei una piccola fenice che ogni volta rinasce dalle sue ceneri.....
non dimenticarlo!!!
Susi

€_r_i_K ha detto...

A veces otorgar silencio,
evita males mayores...


Besos....

giardigno65 ha detto...

e quanto dura questo dolore ...

Guernica ha detto...

Ecco...mi sono sempre chiesta, ed il pensiero è anche attuale, come possano alcune persone resettare e andare avanti con la loro vita...come se nulla fosse.
E me lo sono chiesta per ogni tipo di rapporto (amoroso e amichevole).

Poi mi sono sempre chiesta e mi chiedo, perchè invece io DEVO rasentare la morte ogni santa volta eheheh :)

In realtà, le risposte non ci sono cara.Ognuno è com'è, e proprio in virtù di queste differenze MAI capiremo l'altro fino al midollo (nell'essere, negli atti e fatti che compie).
Possiamo solo concludere che ognuno ama secondo il suo metro personale e che ognuno utilizza passione e parole d'amore secondo le proprie capacità e cognizioni...
Questo inevitabilmente porta al fatto che, in termini oggettivi, ci sarà sempre chi AMA DI PIù e chi AMA DI MENO o chi CREDE DI AMARE, in base alle cognizioni di cui dispone, (che magari non sono le stesse altrui e del mondo).

Il vero problema è quando si "scontrano" persone diverse, appunto da questo punto di vista,...irrimdiabilmente una finirà con il soffrire di più.
Allora...simili con i propri simili???Infattibile...dato che ci si conosce e scopre solo nel tempo.

Il rimedio non è il bianco o il nero, credo sia il grigio.
Se la verità è sempre nel mezzo, l'obiettivo è imparare a soffrire meno e accettare queste incompresibili diversità...prive di spiegazioni razionali.
Prenderle come assiomi, non interrogarsi e andare avanti nella direzione per noi migliore.

...

Guernica ha detto...

P.S.

E' difficile, lo so...sulla mia stessa pelle.

veronica ha detto...

Il vento di ha risposto? a me a risposto l'amore del mondo. Mi ha detto che ogni volta si fa vedere in forme diverse, ma se il tuo cuore saprà guardare allora lo riconoscerai!

Luigina ha detto...

Forse Ishtar Lui credeva di amarti. A volte l'amore e l'amicizia virtuale viene caricata da troppe aspettative dall'una o dall'altra parte, perciò la delusione è inevitabile da parte di chi ci aveva davvero creduto. Tra i due però la più forte hai dimostrato di essere tu. Sono sicura che non ti meritava e che tu uscirai arricchita da questa esperienza che ti procura ancora tanto dolore, ma che ti renderà ancora migliore e capace di amare e di essere amata come meriti.

Precisazioni

Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti "linkati".

Buona lettura e buon divertimento!